Tag

, , , , , , , ,

Sentiamo parlare da mesi di questo prodotto ma esattamente, di cosa si tratta? Prima di tutto vorrei mostrarvi un video ufficiale di presentazione del prodotto:

Il video, accompagnato da un testo introduttivo, è reperibile qui.

Dopo l’acquisizione di Sun Microsystems Inc, la Oracle Corp. aveva inizialmente placato le paure di milioni di utenti OpenOffice.org dichiarando di voler supportare la nota suite da ufficio.

Non si sa esattamente se Oracle Cloud Office abbia a che fare con OpenOffice.org perché, da quello che si vede nel video ufficiale, potrebbe tranquillamente trattarsi di un programma riscritto completamente. Certo, una riscrittura da zero, sembra un’operazione un po’ complessa e laboriosa.

Ancor prima della chiusura dell’acquisizione, il CEO Oracle, Larry Ellison, sembra che abbia incoraggiato gli sviluppatori di OpenOffice.org ad intraprendere una riscrittura dell’applicazione utilizzando la piattaforma Sun Rich Internet Application (RIA), JavaFX.

La questione più evidente e da non sottovalutare, è che stiamo parlando di un prodotto closed!
La comunità open resta in attesa di novità, con il timore di ulteriori problemi per la diffusissima suite OpenOffice.org.

Andiamo a snocciolare qualche caratteristica del nuovo prodotto.
Oracle afferma che Cloud Office sarà basato su standard web, ma sappiamo che la suite cloud utilizzerà JavaFX e questa scelta crea non pochi scetticismi. Sun stava rilasciando JavaFX sotto licenza GPLv2 ma attualmente il prodotto è ancora semi proprietario.
Michael Meeks, lo sviluppatore Novell Inc che lanciò Go-OO, ha una visione pessimista riguardo l’utilizzo di JavaFX; la sua licenza semi proprietaria potrebbe essere un ostacolo per l’applicazione open source e potrebbe porre altri problemi tecnici.  Lo stesso Meeks definì Oracle Cloud Office un “sogno impossibile” pieno di “sfide tecniche insormontabili”. Evidentemente però il sogno si sta trasformando in realtà.

La suite cloud usa ODF come formato predefinito, permettendo però il salvataggio esportando in PDF e nei formati Microsoft.
Esteticamente ha un aspetto gradevole e l’interfaccia sembra essere intuitiva (da quel poco che si riesce a vedere dal video).

Sempre dal video promozionale di Oracle, Cloud Office è presentato come qualcosa ideato per netbooks e tablet. Non è però chiaro come JavaFX possa funzionare sui dispositivi di casa Apple visto che sui dispositivi come l’iPad non è consentito l’uso di codice interpretato.

Cosa accadrà ad OpenOffice.org? Il rilascio della versione 3.4.1 è previsto per marzo 2011 e per ora non si trovano informazioni di nessuna versione cloud di OpenOffice.org. (http://wiki.services.openoffice.org/wiki/ReleaseSchedule)

E StarOffice? Questo prodotto è ormai identico ad OpenOffice.org, la differenza principale è il prezzo (34.95$), che permette di avere un supporto tecnico. Ultimamente Screven (Oracle), ha parlato solamente di una “community edition” di OpenOffice.org.

Per ora non si possono fare giudizi tecnici, sicuramente consigliamo di restare sintonizzati con la speranza di poter fare qualche test, sempre che Oracle decida di mettere a disposizione Cloud Office!